cerca nel sito

AREA RISERVATA Login
Pagine Personali Studenti/Docenti

utente

password

 


 Home Page » Facolta' » Informazioni generali » Conseguimento titoli accademici 
Conseguimento titoli accademici ecclesiastici   versione testuale
La Facoltà Teologica rilascia i seguienti gradi accademici:
  1. Baccalaureato in Teologia al termine del Ciclo Istituzionale (1° Ciclo) 
  2. Licenza specializzata in Teologia al termine del primo biennio del Ciclo di Specializzazione (2° Ciclo).
  3. Dottorato in Teologia al termine del secondo biennio del Ciclo di Specializzazione (3° Ciclo).
 
Riconoscimenti agli effetti civili in Italia 
 
I titoli accademici di Baccalaureato Licenza e Dottorato in S. Teologia rilasciati dalla «Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale» sono di diritto pontificio. Agli effetti civili hanno valore secondo i Concordati, le Legislazioni vigenti nei vari Stati, e le norme particolari delle singole Università o Istituti Universitari.

La situazione oggi vigente in Italia, salvi sempre i poteri discrezionali dei singoli Consigli di Facoltà degli Atenei e Istituti Universitari, è la seguente:

«I titoli accademici in teologia e nelle altre discipline ecclesiastiche, determinate d’accordo tra le Parti, conferiti dalle Facoltà approvate dalla Santa Sede, sono riconosciuti dallo Stato» (art. 10, 2 della Legge 25.III.1985, n. 121, pubblicata nel Suppl. ordinario alla «Gazzetta Ufficiale» n. 85 del 10 aprile 1985).

Con Decreto del Presidente della Repubblica, 2 febbraio 1994, n. 175, viene approvata l’Intesa Italia-Santa Sede per il riconoscimento dei titoli accademici pontifici («Gazzetta Ufficiale» n. 62 del 16.3.1994).

Pertanto (art. 2) «I titoli accademici di baccalaureato e di licenza nelle discipline di cui all’art. 1 (Teologia e Sacra Scrittura) conferiti dalle Facoltà approvate dalla Santa Sede, sono riconosciuti, a richiesta degli interessati, rispettivamente come diploma universitario e come laurea».

Inoltre i titoli accademici di Baccalaureato, Licenza e Dottorato sono riconosciuti validi ai fini dell’insegnamento della religione cattolica nella scuola pubblica secondo le nuove norme dell’Intesa tra M.P.I. - C.E.I.

La Licenza e il Dottorato in S. Teologia sono riconosciuti validi, se vidimati dalle competenti Autorità Ecclesiastiche e Civili, per:
  1. l’immatricolazione nelle Università e Istituti Universitari statali e liberi. Ai fini di esenzioni da frequenze e abbreviazioni di corsi universitari, a discrezione delle Autorità Accademiche, anche i certificati originali degli studi compiuti devono essere preventivamente vidimati e legalizzati (Circolare M.P.I. del 2-10-1971, n. 3787);
  2. la partecipazione a Concorsi dove è richiesta una Laurea o Laurea Magistrale senza partecipazione di disciplina.

Per le vidimazioni si richiede una domanda, nella quale si specifichi lo scopo cui servirà il Diploma o Attestato.

Le vidimazioni richieste per l’Italia sono le seguenti:
  1. Congregazione per l’Educazione Cattolica (Piazza Pio XII, 3 - Roma).
  2. Segreteria di Stato di Sua Santità (Palazzo Apostolico Vaticano).
  3. Nunziatura Apostolica in Italia (Via Po, 27 - Roma).
  4. Prefettura di Roma - Uff. Bollo (Via Ostiense, 131/L). 

    Inoltre per le altre Nazioni:
  5. Ambasciata della Nazione presso la S. Sede o presso il Governo Italiano (a seconda delle procedure).

Più dettagliatamente la procedura per il riconoscimento dei titoli prevede i seguenti passaggi:
  1. Richiedere alla Segreteria della Facoltà il certificato originale di Baccalaureato o di Licenza con l'elenco degli esami sostenuti. Assicurarsi che il certificato contenga le seguenti dichiarazioni:
    a) Per il Baccalaureato in Teologia: “con riferimento a quanto previsto dal D.P.R. n. 175 del 2 febbraio 1994, si certifica che la didattica complessiva per il conseguimento del titolo Baccalaureato non è inferiore a 13 annualità. Si dichiara inoltre che a seguito delle innovazioni introdotte nell’ordinamento didattico universitario italiano con il D.M. 509/99 e successivamente con il D.M. 270/2004 i crediti acquisiti relativamente al Baccalaureato in Teologia corrispondono rispettivamente ai 180 crediti necessari per il conseguimento della Laurea nell’Ordinamento universitario italiano”.
    b) Per la Licenza in Teologia: “con riferimento a quanto previsto dal D.P.R. n. 175 del 2 febbraio 1994, si certifica che la didattica complessiva per il conseguimento del titolo di Licenza non è inferiore a 20 annualità. Si dichiara inoltre che a seguito delle innovazioni introdotte nell’ordinamento didattico universitario italiano con il D.M. 509/99 e successivamente con il D.M. 270/2004 i crediti acquisiti relativamente al Baccalaureato in Teologia corrispondono rispettivamente ai 180 crediti necessari per il conseguimento della Laurea nell’Ordinamento universitario italiano. Inoltre i crediti acquisiti con il grado successivo al Baccalaureato, cioè la Licenza, corrispondono rispettivamente ai 120 crediti necessari per il conseguimento della Laurea Magistrale nell’ordinamento universitario italiano. Pertanto il totale dei crediti acquisiti per la Licenza in Teologia è di 300”.
  2. Recarsi presso la Congregazione per l'Educazione Cattolica (Piazza Pio XII, 3) muniti dei seguenti documenti: originale del diploma e fotocopia da autenticare; certificato degli anni di iscrizione, degli esami sostenuti  e delle eventuali convalide, con i relativi voti  e fotocopia; richiesta di riconoscimento del titolo da parte del competente Ordinario (Vescovo o Superiore/a Provinciale) - solo per ecclesiastici o religiosi -; domanda in carta semplice, indirizzata al Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica. Qualora si volesse che l'intera procedura venga attuala dagli officiali della Congregazione, si dovrà provvedere con una quota aggiuntiva e attendere i tempi necessari per tale procedura.
  3. Recarsi presso la Segreteria di Stato della S. Sede (Palazzo apostolico Vaticano) con la copia autenticata del diploma e del certificato degli esami per ottenere l'autentica delle firme.
  4. Recarsi presso la Nunziatura Apostolica in Italia (Via Po, 27) con i due atti per ottenere il visto.
  5. Recarsi presso la Prefettura di Roma, ufficio Bollo (Via Ostiense, 131/L) per ottenere la vidimazione.
  6. Consegnare il tutto, opportunamente trattenendone fotocopia, corredato da domanda in carta semplice, presso il Ministero  dell'Università e della Ricerca Scientifica (P.le Kennedy, 20 EUR).
 
Gli studenti stranieri sono tenuti a recarsi:
  1. alla rispettiva Ambasciata presso la S. Sede, dopo essersi recati presso la Congregazione per l'Educazione Cattolica e presso la Segreteria di Stato;
  2. oppure al Consolato della rispettiva nazione facendo prima vidimare i documenti presso la Congregazione per l'Educazione Cattolica, la Segreteria di Stato, la Nunziatura Apostolica presso lo Stato italiano e la Prefettura di Roma. 
 
 
 
© 2010 Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, Piazza Paolo VI, 6 - 20121 Milano - 02 863181 segreteria@ftis.it - CREDITS | PRIVACY POLICY